regolamento comitato familiari - casa di riposo Aita

Vai ai contenuti

Menu principale:

regolamento comitato familiari

amministrazione trasparente FINO A SETTEMBRE 2016 > ALTRI CONTENUTI

REGOLAMENTO COMITATO FAMILIARI DEGLI OSPITI

Ai sensi del Regolamento Regionale 10 maggio 2001 n.3 “  DGRV N° 850 del 06.04.2001
Regolamento attrattivo emanato ai sensi dell’art. 58 della Legge Regionale 5/2000 e dell’art. 41 comma 4 della Legge Regionale 09.02.2001n.5.”
Revisione 01 del 02/10/2013

REGOLAMENTO COMITATO FAMILIARI DEGLI OSPITI


Art. 1
Costituzione organismi rappresentativi degli ospiti e dei familiari

La Casa di Riposo Aita, ai sensi dell’articolo 3 del Regolamento Regionale 10 maggio 2001 n. 3, D.G.R.V: N° 850 del 06.04.2001 favorisce la costituzione di un organismo rappresentativo dei familiari degli ospiti, denominato “Comitato Familiari Ospiti”, d’ora in avanti semplicemente “Comitato”. La costituzione e il funzionamento del Comitato è regolamentato dal presente Regolamento.

Art. 2
Scopi degli organismi rappresentativi degli ospiti e dei familiari

Il Comitato, ai sensi dell’art. 4 del Regolamento Regionale 10/05/2001 n.3 svolge compiti di:
a) collaborazione con La Casa di Riposo Aita per la migliore qualità dell’erogazione del servizio e per la piena e tempestiva diffusione delle informazioni alle famiglie e agli ospiti;
b) promozione di iniziative integrative finalizzate ad elevare la qualità di vita degli ospiti;
c) partecipazione alla fase concertativa prevista dalle vigenti normative in materia;
d) Fornire all’Ente suggerimenti e proposte in merito alle attività di animazione e socializzazione.
Il Comitato è tenuto a rispettare lo Statuto e i Regolamenti della Casa di Riposo Aita vigenti.


Art. 3
Rappresentatività

Ai sensi del citato articolo 3 del Regolamento Regionale 10/05/2001 n. 3, si ritiene rappresentativo il Comitato che aggreghi complessivamente almeno il 40% dei familiari degli ospiti e/o ospiti.
Considerato che La Casa di Riposo Aita è accreditata e autorizzata per 130 posti letto, si ritiene rappresentativo il comitato che aggreghi almeno 52 familiari.  

Art. 4
Costituzione del Comitato
I familiari si riuniscono in Assemblea Costitutiva per la designazione dei loro rappresentanti. L’Assemblea Costituiva determina al suo interno i criteri specifici per la nomina dei componenti il Comitato così come previsto dal precedente

Art. 3. I rappresentanti designati dovranno essere in numero di 3 ( tre).
L’Assemblea Costitutiva per essere valida dovrà raggiungere il quorum del 51% del numero complessivo dei familiari degli ospiti in prima convocazione, mentre dovrà raggiungere il quorum del 40% in seconda convocazione. Affinché sia garantito il quorum ogni familiare potrà servirsi della delega. E’ ammessa una sola delega per ogni familiare. È ammesso, per gli ospiti privi di familiari, delegare un eventuale volontario che opera presso la Casa di Riposo, previo consenso dell’interessato.
Per ogni ospite è ammesso un solo familiare. Il familiare contraente, cioè colui che si è obbligato all’atto dell’accoglimento, ha diritto di prelazione su altri familiari per la partecipazione all’Assemblea Costitutiva. In caso di assenza potrà delegare, per iscritto, un altro familiare.
Per gli ospiti a carico del Comune di residenza o di altro ente è prevista apposita sottoscrizione per l’autorizzazione a favore di un familiare per la loro rappresentanza.
Per gli ospiti autosufficienti essi stessi possono rappresentarsi in alternativa al familiare;
Si considerano, prioritariamente, familiari le persone obbligate agli alimenti come previsto dall’art. 433 del Codice Civile.
Sono ammessi all’Assemblea Costitutiva anche i familiari degli ospiti temporanei che sono in attesa di diventare definitivi. Saranno eletti i primi candidati di ogni nucleo che conseguiranno il maggiore numero di voti. A parità di voti sarà eletto il familiare più anziano d’età. L’Assemblea Costitutiva dovrà nominare, oltre ai tre candidati eletti e in ordine al numero di voti ottenuti, cinque candidati di riserva che andranno ad integrare il Comitato, subentrando, in caso di dimissioni o di decadenza di uno dei componenti del Comitato stesso. La decadenza viene ratificata alla prima convocazione utile del comitato che nella medesima seduta procederà con la sostituzione del componente con il  primo dei non eletti. I subentranti resteranno in carica fino alla scadenza del mandato in corso. L’Assemblea Costitutiva conclude i lavori con la designazione dei componenti dei Comitato e la definizione dell’ordine del giorno della prima riunione del Comitato. Tale ordine del giorno dovrà includere la nomina del Presidente del Comitato stesso.

Art. 5
Procedure elettive

Le elezioni sono indette dal Segretario – Direttore dell’Ente mediante apposito avviso pubblicato all’albo dell’ente e mediante lettera di invito ai famigliari. Le elezioni si svolgeranno nella giornata stabilità presso un locale messo a disposizione dell’ente e con idoneo orario a garantire la massima partecipazione.
Nell’avviso di Convocazione sono contenuti i seguenti dati:
- Modalità di presentazione delle candidature per l’elettorato passivo;
- Termine ultimo per la presentazione delle candidature;
- Data e orario delle elezioni
Le candidature devono essere presentate all’ufficio protocollo dell’Ente almeno 10 giorni prima del giorno indetto per le elezioni;
Il seggio elettorale sarà composto da tre persone individuate tra i famigliari resisi disponibili o tra i volontari dell’ente allo scopo resisi disponibili, oltre ad un dipendente dell’Ente allo scopo delegato dal Segretario - Direttore dell’Ente con il compito di Segretario di seggio, al quale spetterà il compito di redigere il verbale delle operazioni di voto.
L’Ente al momento dell’indizione delle elezioni redigerà un elenco degli aventi diritto di voto.
Gli elettori per essere ammessi al voto devono esibire un documento di riconoscimento o l’eventuale delega del soggetto avente titolo e inserito nell’elenco di cui al punto precedente.
La votazione avrà luogo a mezzo scheda predisposta dall’Ente comprendente tutti i nominativi in ordine alfabetico dei candidati resisi disponibili.
Ogni ospite famigliare può esprimere al massimo due preferenze.
La certificazione del voto avviene mediate sottoscrizione da parte dell’elettore su apposito elenco fornito dall’Ente.
Immediatamente dopo la chiusura del seggio hanno inizio le operazioni di scrutinio. Al termine delle stesse il segretario di seggio redige la graduatoria finale degli eletti.
La graduatoria sarà adottata con atto scritto del Segretario – Direttore e affissa all’albo dell’Ente.
I primi tre eletti formano la rappresentanza del Comitato che si riunirà per l’elezione del Presidente entro 1 mese dalle elezioni.
I primi 5 non eletti costituiranno l’elenco per la surroga dei componenti decaduti.

Art.6
Nomina del Presidente

Nella prima riunione i membri del Comitato dovranno eleggere al loro interno il Presidente.
Il Presidente, alla scadenza del mandato, resterà in carica fino all’elezione del nuovo Comitato, organizzando le nuove designazioni.

Art. 7
Compiti del Presidente

• Mantenere rapporti con l’Amministrazione della Casa di Riposo Aita, relativamente alle problematiche strategiche dell’Ente.
  relative all’organizzazione.
Farsi portavoce presso l’Amministrazione della Casa di Riposo Aita delle problematiche organizzative e gestionali dell’ente e di quelle relative agli ospiti e ai familiari, rivolgendosi al Segretario - Direttore quale rappresentante designato dall’Ente.
Convocare l’Assemblea Costitutiva, previo avviso scritto al Segretario - Direttore della Casa di Riposo Aita, per procedere alla designazione del nuovo Comitato.
Convocare l’Assemblea Costitutiva, previo avviso scritto al Segretario - Direttore della Casa di Riposo Aita, per procedere alla designazione del nuovo Comitato qualora la maggioranza dei famigliari aventi diritto al voto ne facessero richiesta scritta.
Informare i componenti del Comitato in relazione alle comunicazioni intercorse con l’Amministrazione dell’Ente.
Redigere e custodire il verbale delle riunioni.

Art. 8
Durata del Comitato

II Comitato resta in carica tre anni.
Sei mesi prima dello scioglimento, il Presidente del Comitato avvierà, in accordo con la Direzione dell’Ente, le modalità di  convocazione dell’Assemblea Costitutiva per la nomina dei componenti del nuovo Comitato.

Art. 9
Rapporti Comitato/  Casa di Riposo Aita

II presidente del Comitato farà pervenire al Segretario - Direttore  dell a Casa di Riposo Aita , almeno 10 giorni prima, idonea  comunicazione della data, ora, e ordine del giorno delle riunioni del Comitato.
Qualora si ritenesse necessaria la presenza di eventuali dipendenti o professionisti  dell a Casa di Riposo Aita , dovrà  farne richiesta scritta e motivata al  Segretario - Direttore  dell a Casa di Riposo Aita .
Qualora l’Ente ritenga necessaria la partecipazione di un rappresentante alle riunioni del Comitato dovrà farne richiesta scritta e motivata al Presidente del Comitato stesso.

Art. 10
Riunioni del Comitato

I componenti del Comitato partecipano regolarmente alle sedute. In caso di assenza la stessa dovrà  essere giustificata al Presidente del Comitato. Dopo tre assenze ingiustificate l’incarico di componente del  Comitato decadrà e sarà sostituito con le modalità previste dall’Art. 4.
Le sedute del comitato sono valide se vi partecipano almeno 2 membri, le determinazioni sono valide solo con il voto favorevole di 2 membri. E’ obbligatoria la compilazione del "verbale di riunione" per ogni seduta del Comitato e la trasmissione di una copia al Segretario – Direttore dell’Ente per l’archiviazione.

Art. 11
Sede delle riunioni

Le riunioni del Comitato devono obbligatoriamente svolgersi all’interno dei locali dell’Ente. L’Ente metterà a disposizione, a tal fine, idoneo locale.
I locali assegnati saranno accessibili previa richiesta da presentare al  Segretario - Direttore  dell a Casa di Riposo Aita  almeno due  giorni prima dell’utilizzo.

Art. 12
Incompatibilità con gli incarichi

Sono incompatibili con la nomina a componente del Comitato gli amministratori dell’Ente e i dipendenti della  Casa di Riposo Aita .

Art. 13
spese

I componenti del Comitato svolgono la propria funzione in modo gratuito, senza percepire alcun compenso o remunerazione. Sono a carico del l a Casa di Riposo Aita  le sole spese  relative  alla spedizione degli inviti per la costituzione o il rinnovo del Comitato di cui all’Art. 4.

Art. 14
Privacy

Ai fini del rispetto delle disposizioni del Codice della Privacy, i componenti del Comitato sono assimilati a tutti gli effetti ai dipendenti dell’Ente e come tali sono tenuti al rigoroso rispetto delle norme e delle procedure previste dalla Legge.







 
pagina aggiornata il
Torna ai contenuti | Torna al menu