OLIMPIADI 2015 - casa di riposo Aita

Vai ai contenuti

Menu principale:

OLIMPIADI 2015

eventi


COMUNICATO STAMPA
“OLIMPIADI DEL GRAPPA 2015”

Si sono svolte  nella giornata di  giovedì 10 settembre 2015,  presso la casa di riposo “AITA” di Crespano del Grappa la 14^ edizione delle  “Olimpiadi del Grappa”.
La manifestazione ludico-sportiva a sfondo sociale ha visto  confrontarsi “gli atleti” di 16 squadre provenienti da  14 diverse case di riposo del territorio che si sono sfidati in 4 differenti giochi:
1. CHE PROFUMO… (gioco sensoriale: riconoscere i profumi  nascosti)
2. MEMORY (gioco cognitivo: ritrovare  le coppie di immagini).
3. LANCIO DEI CERCHI (gioco motorio: lanciare i cerchi per centrale i bastoni)
4. SI-LO (gioco motorio, gentilmente concesso dalla ditta “Ol’boys, far canestro in un tabellone di legno inclinato).

Gli oltre 120 “Atleti”, con grande passione e impegno si sono sfidati nelle varie gare “supportati” dai molti volontari che hanno contribuito alla riuscita e al grande successo della manifestazione.
Alla fine delle sfide sportive,  la premiazione degli atleti e delle squadre alla presenza del Sindaco di Crespano Annalisa Rampin, dal Presidente della Società  Sportiva Sporting Altamarca della Pedemontana, Andrea Ceccato.
Con molto orgoglio i partecipanti hanno indossato le medaglie elaborate con tanta passione dagli ospiti della Casa di Riposo “Aita” e consegnate dai giovani scout del clan di Cavaso 1.
Significativo e ricco di emozioni è risultato il passaggio di testimone della “Coppa Campioni” tra la squadra di Vedelago vincitrice dell’edizione 2014  e la squadra di Pederobba vincitrice dell’ edizione 2015 delle Olimpiadi del Grappa.
La giornata, oltre ad un momento di socializzazione, di svago e allegria per gli ospiti, è stata   un esempio di esaltazione della centralità della persona, ove la competizione tra gli ospiti, realizza una energia psico fisica di “aiuto“ per il loro benessere cognitivo, relazionale e motorio.
La classifica delle squadre vincitrici:
1^ Classificata Pederobba;
2^ Classificata Cavaso;
3^ Classificata Montebelluna.

Valida è stata anche la collaborazione di tutte le Case di riposo che hanno contribuito alla mostra “Temp da perder” realizzando ciascuna un cartellone con ricche informazioni sui giochi di una volta.

 
pagina aggiornata il
Torna ai contenuti | Torna al menu